Facebook | 500px | Flickr | Instagram Eng | Ita
HOME GALLERIE BLOG CODICE ETICO IL TEAM CONTATTI COLLABORAZIONI CORSI
BLOG > SUPERSUNSET

Racconto fotografico di Alessandro Terzi - 1 settembre 2016

Prendiamo un lago di montagna, aggiungiamo delle basse temperature, un vento abbondante, delle acque poco profonde, mischiamo il tutto con un tramonto, degno d'esser chiamato tale, ed otteniamo uno spettacolo della natura! Erano i primi di gennaio del 2012, quando decisi con alcuni compagni di fotografia di provare un tramonto in uno dei parchi meno conosciuti del centro italia: il parco regionale del Matese. Sempre alla ricerca di nuovi spunti da fotografare, cercando con Google Map, c'inbattemmo, quasi per caso, in questo parco situato nell'appennino centrale campano e confinante con il Molise.

Il Matese presenta al suo interno il lago che prende il suo nome, dalla forma allungata e circondato, nei lati lunghi, da montagne che si alternano tra i 1300 ed i 1700 metri. La direzione in cui il lago si sviluppa nel suo asse di simmetria č il nord-ovest, direzione che nel periodo invernale significa molto per un fotografo attento. Infatti, a gennaio il sole tramontando espone i suoi raggi quasi ortogonalmente a quest'asse consentendo di scattare nella direzione di nord-ovest senza dover gestire luci troppo alte e decisamente indomabili, tipiche di un tramonto.

Pensammo che le montagne che lo circondano potessero donargli una prospettiva che, unita ad una luce laterale, avrebbe potuto fare la differenza. Arrivati sul luogo ci rendemmo subito conto che il vento che s'incanalava tra le due catene montuose laterali, non solo lo aveva ghiacciato cosė tanto da consentire di camminarci sopra in tutta sicurezza, ma aveva ghiacciato anche i fili d'erba ai suoi bordi creando un effetto unico, mai visto prima. Dopo una esplorazione delle sue sponde decidemmo il punto da dove scattare il tramonto, ed arrivata l'ora, il sole e le nuvole ci hanno regalato una situazione unica: tinte incredibili, un vento sempre pių forte che alzava la neve che copriva le cime pių alte creando striature simili a nuvole.

I colori si stavano sempre pių saturando rendendo l'intera scena surreale e scattata l'ultima foto non abbiamo potuto fare a meno di smettere di fotografare per goderci il momento, accompagnando il sole che stava affievolendo i suoi raggi. Ancora oggi rivedendo questi scatti ci diciamo: "noi che progettiamo le uscite fantasticandone i risultati prima ancora di viverle, non avremmo mai pensato di fare foto pių spinte di un semplice tramonto specchiato. Mai e poi mai avremmo immaginato di trovare condizioni, nel contempo, cosė estreme e favorevoli da regalarci un tramonto che ancora oggi consideriamo il pių bello della nostra vita".

Alcune fotografie realizzate.

Copyright © 2016-2019 | Nature Details | Tutti i diritti riservati